Identita' Proibite

Identita’ Proibite

Crediti Erica Gelsi

L’opera cerca di esplorare lo spazi tra il giudizio ricevuto e il giudizio introiettato, scavando l’ascendenza come tattica per guardare il futuro e nello stesso tempo per resistere al ritmo franetico della contemporaneita’. ldentita’ Proibite investiga il significato di crescere nella dualità e nei ricordi delle origini: parole che arrivano attraverso conversazioni sentite per caso.

“Se non sai chi sei..
non sai dove stai andando..
dicono
Vogliamo andare di fretta ma solo gli antenati conoscono la strada…
Vibrare di altro.
Altra cultura.
Altra tradizione.
Altro.
L’altro.”

Testimonianza Poetica e danza si intrecciano nella riscoperta ciò’ che ancora non ci permettiamo di essere attraverso le storie di nuove voci danzanti della città’ di Bologna.

Identita' Proibite

Identita’ Proibite

IDENTITA’ PROIBITE a in- movement performance where spoken words and dancing bodies interwind in the discovery of the duality of the identity, the memories of ancestral origins and the release of the perpetual asking for permission.
Permission of being.
A conversation in movement between the “received” judgement and the “embodied” judgment